Omraam Mikhaël Aïvanhov

Wed
08
Apr
Anna's picture

ANDARE NEL NIRVANA O COMPITO DA ASSOLVERE SULLA TERRA?

Voi siete stati inviati sulla Terra con una missione; siete venuti per compiervi la volontà di Dio e non per abbandonarla per andare nel Nirvana, come molti hanno fatto. La Vostra missione è di lavorare sulla Terra per trasformarla in un giardino pieno di fiori e di frutti.

VOI NON DOVETE FUGGIRE. Se siete scesi qui vuol dire che non si ha bisogno di Voi in alto, altrimenti non Vi avrebbero mandati giù e sareste rimasti nella beatitudine.

Bisogna dunque scendere coscientemente nella materia, per dominarla, vivificarla, perché la vita dello Spirito deve realizzarsi sulla Terra e divenire perfetta come è in alto; ecco la SPIRITUALIZZAZIONE DELLA MATERIA…

Tratto da: “In principio era il verbo” di O.M. Aivanhov 

Tue
12
Nov
administrator's picture

L'importanza dell'inizio

"Ognuno di voi deve sapere che nel momento stesso in cui intraprende un'attività qualsiasi, mette in moto delle forze, e il momento iniziale è la fase più importante. E' proprio all'inizio che scattano le forze, forze che non si fermano lungo il cammino, ma che proseguono fino alla fine. Immaginate di essere in montagna; sopra di voi vedete un enorme masso pronto al minimo urto a rotolare lungo il pendio: dipende da voi lasciarlo tranquillo o affrettarne la caduta. Se gli date una spinta, sarà impossibile fermarlo e travolgerà insieme a voi anche altri. Oppure, provate a fermare l'acqua quando le porte di una chiusa sono aperte! ... E' sempre facile far scattare delle forze o degli avvenimenti, ma pi è difficile dirigerli e dominarli. L'espressione "apprendista stregone" intende giustamente colui che ha messo in moto imprudentemente delle correnti che poi non è in grado di contenere e di orientare.

Thu
22
Aug
Walter's picture

Maestro spirituale - limiti della sua influenza

Un Maestro non può rendere migliori coloro che si rifiutano di migliorare se stessi, poiché interiormente quegli esseri sono liberi. Si può imprigionare qualcuno, lo si può fare a pezzi, ma se questi non lo permette, non si può agire sul suo cuore né sul suo intelletto. 
Un Maestro può sempre comunicare un sapere – è facile per lui – ma non può cambiare il carattere e il temperamento degli esseri umani. Se questi lasciano dormire in se stessi l'anima e lo spirito, se non hanno altri bisogni nella vita che lasciarsi guidare dai propri istinti grossolani senza preoccuparsi dei disordini e dell'infelicità che provocano intorno a sé, allora un Maestro è impotente. Egli può solo cercare di portarli a intravedere la bellezza del mondo dal quale per il momento sono così lontani, sperando che in una prossima esistenza proveranno il desiderio di avvicinarvisi.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Tue
23
Jul
Walter's picture

LE CREAZIONI MENTALI NON BASTANO

Nel campo del pensiero l’essere umano è onnipotente: può immaginare, organizzare, concepire… ma quando deve realizzare, non riesce!

La legge della vita è l’evoluzione, vale a dire lo sviluppo fino alla perfezione. In alto tutto è perfetto, ma qui sulla Terra siamo noi che dobbiamo lavorare affinché quella perfezione si instauri ovunque. Bisogna dunque che quella facilità che esiste sul piano mentale scenda fino al piano materiale.

Quando ad esempio pensate ad un movimento di danza molto complicato, con l’immaginazione potete eseguirlo perfettamente, ma se doveste eseguirlo veramente sul piano fisico, incomincerebbero le difficoltà; dovete quindi esercitarvi fino a riuscirci. Lo stesso vale per tutte le attività! Le creazioni mentali non bastano: bisogna realizzarle qui, sul piano fisico!

Tue
18
Jun
Anna's picture

IL CIELO NON ACCETTA I DISERTORI

Gli esseri umani credono di essere venuti sulla Terra per mangiare, bere, divertirsi e fare delle sciocchezze, oppure per soffrire ed essere infelici… No, in realtà, sono stati mandati come operai in un cantiere, ma non lo sanno. Non sanno che la loro missione è quella di manifestare qui sulla Terra tutto ciò che è Divino in loro e diventare come Dio stesso, ma proprio qui, sulla Terra.

In alto, la materia è talmente sottile che obbedisce istantaneamente al pensiero, all’immaginazione e alla volontà; si può fare tutto con quella materia. Sì, ma se l’uomo rimanesse in quelle regioni sottili dove il lavoro di creazione è talmente facile, non si svilupperebbe molto. Per questo viene sulla Terra, perché possa far discendere in questa materia opaca e grossolana la bellezza e lo splendore di Dio.

Thu
13
Jun
Walter's picture

CHI FA DEL MALE A SE’ STESSO FA DEL MALE AL MONDO INTERO

Di fronte allo spettacolo del mondo attuale, ci si dice ovviamente che il peggio può sempre arrivare: una guerra atomica, epidemie, catastrofi naturali, ecc., capaci di causare la scomparsa dell’umanità. Per questa ragione certe voci si fanno udire per annunciare che i flagelli descritti nell’Apocalisse si abbatteranno sulla Terra. È vero che l’Apocalisse predice la fine del mondo: è scritto, ma in realtà gli avvenimenti non sono mai assolutamente determinati: possono prendere un orientamento del tutto diverso a seconda del comportamento degli esseri umani.

Sun
19
May
Walter's picture

NIENTE POTRA’ IMPEDIRE L’ARRIVO DELL’ETA’ D’ORO

Ben presto l’Era dell’Acquario porterà grandi sconvolgimenti che faranno comprendere agli esseri umani la realtà del mondo spirituale e delle leggi che lo reggono. Ma la nuova vita che nascerà da tali sconvolgimenti supererà qualunque immaginazione in quanto a bellezza, splendore ed armonia. Tutte le creature sparse nel mondo che lavorano in segreto alla realizzazione del Regno di Dio si ritroveranno per agire, e le fortezze dell’ignoranza, del materialismo e del dispotismo crolleranno. Vi dico questo e sarà così: niente potrà impedire l’arrivo della nuova epoca: l’Età d’Oro!

Mon
15
Apr
Walter's picture

INFLUENZARE FAVOREVOLMENTE IL CIBO (8/8)

Al giorno d’oggi, la maggior parte degli alimenti è avvelenata da ogni sorta di prodotti chimici. Non si trova più nulla di puro né di fresco. La frutta e le verdure sono coltivate con concimi nocivi e i pesci vengono pescati in fiumi o in mari inquinati. Ben presto non si potrà più vivere sulla Terra. Pur di fare affari e di guadagnare del denaro, la maggior parte della gente non si preoccupa se altri muoiono avvelenati!

Comunque, sta a noi fare in modo che il cibo venga accettato dal nostro organismo. Infatti, le preghiere e le benedizioni prima dei pasti servono appunto ad influenzare favorevolmente i nostri alimenti e a renderli bene assimilabili. Le parole e i gesti della benedizione impregnano il cibo di emanazioni e di fluidi per prepararlo ad entrare in armonia con coloro che devono consumarlo. Nei loro corpi sottili avviene così un adattamento, che permette di ricevere meglio la ricchezza contenuta in quel cibo.

Fri
12
Apr
Walter's picture

LA COMUNIONE E LA NUTRIZIONE (7/8)

Una delle pratiche essenziali della religione cristiana è la comunione. Ma il comunicarsi non deve limitarsi soltanto a ricevere di tanto in tanto da un sacerdote un’ostia consacrata. In realtà ognuno di noi deve essere un prete, un sacrificatore. È una vocazione che abbiamo interiormente nei confronti dell’Eterno. Ogni giorno dobbiamo presentarci ad officiare davanti alle nostre cellule per dar loro il pane e il vino. Se siete coscienti di tale ruolo, le vostre cellule riceveranno da voi la vera comunione, cioè un elemento sacro che le aiuterà nel loro lavoro, e beneficerete anche voi della gioia che esse proveranno per avere lavorato bene.

Per comprendere bene la comunione, bisogna cominciare col comprendere la nutrizione. Non tutti possono trovarsi nelle condizioni adatte o avere le capacità per meditare o contemplare, ma tutti mangiano, e anche più volte al giorno. Si deve quindi cominciare col comprendere la comunione sul piano fisico.

Wed
10
Apr
Walter's picture

STIAMO ENTRANDO NELL’ERA DELLA FRATELLANZA

L'epoca in cui per evolvere e pensare alla propria salvezza si credeva di dover vivere in solitudine è ormai finita. Stiamo entrando nell'era della fratellanza. Gli esseri umani non debbono più creare delle separazioni fra loro, ma camminare insieme fianco a fianco per creare sulla Terra una fratellanza universale in seno alla quale tutti formeranno una grande famiglia. Allora le frontiere cadranno e invece di fare tante spese inutili per proteggersi gli uni dagli altri, i popoli vivranno nell'abbondanza e nella pace.

Pages

Subscribe to Omraam Mikhaël Aïvanhov