DALL’ITALIA PER MEDJUGORJE (rev. 2014)

Walter's picture

Anni fà reduce da un mio primo viaggio a Medjugorie alquanto tribolato per mancanza di indicazioni chiare e assoluta mancanza di mappe per il GPS, ho trovato sul sito http://www.medjugoriedintorni.com/ di FraTarlo un percorso dettagliato e lo ho postato sul forum di Liberamente.

Oggi Fratarlo lo ha aggiornato ed è stato cosi gentile da ricordarsi di me invandomene una copia e quindi trovo giusto pubblicarlo a mia volta.

Grazie di cuore

Il viaggio ha inizio sulla Autostrada A4 Milano/Venezia direzione Trieste Confine di Stato. Destinazione è l'ultimo  casello  di  Monfalcone,  dove la  stessa  termina. Una  volta giunti  a  destinazione  e  pagato il pedaggio di uscita, vi troverete su una tangenziale, a due corsie per carreggiata, di circa 20 km che percorrerete per intero. 
Lungo il percorso (solo per conoscenza) trovate le uscite di:
Duino
Sistiana
Fernetti
Ljubljana
Slovenia
Trebiciano
Prosecco
Padriciano/Basovizza
Percorsi questi 20 km, Imboccate l’uscita indicante Padriciano/Basovizza quindi mantenete la sinistra. Proseguendo, giungerete su un tratto di strada in discesa di circa 1 Km da percorrere con attenzione. Al termine della discesa, giungerete ad un incrocio al quale dovrete svoltare a destra e quindi subito a sinistra, direzione Basovizza, Pesek, Slovenia, Fiume (Rijeka) basta seguire le indicazioni è tutto scritto. Superato il paese di Basovizza dove ci sono le tristemente famose (Foibe) e giunti quindi a Pesek, troverete l’ex Frontiera Italo/Slovena ora non più in uso. Proseguite e dopo 3 Km trovate una superstrada, prima di questa girate a destra direzione Rijeka.
Dopo circa 500 metri, trovate un semaforo al quale proseguirete diritti sempre per Rijeka  (Fiume in Italiano), da qui percorsi 28 Km sarete giunti alla Frontiera Sloveno/Croata. Proseguite per altri 6 Km, dopo i quali trovate sulla destra la pista di immissione su un tratto stradale a pagamento indicante  Rijeka/Pula  "Pola",  imboccatela  e  seguite  le indicazioni Rijeka. Giunti al casello pagherete circa (1 €uro)  lo stesso vi permetterà  l'ingresso  in  questo  breve  tratto che per comodità chiamano 
autostrada. Proseguite  percorrendo  tutta  la  circonvallazione  di  Rijeka
(noterete alla vostra destra condomini popolari). Lungo il percorso imboccherete alcune gallerie e  alla  fine dell'ultima (galleria) mantenete la corsia a destra con indicazioni Zagreb  "Zagabria", quindi procedete fino all'arrivo dell'Autostrada vera e propria (indicazioni in verde).  Ora seguendo sempre le indicazioni Zagreb ed ignorando le indicazioni Split " Spalato " dovrete percorrere circa 88 Km fino allo svincolo, alla vostra destra, per Bosiljievo2/Ogulin/Senj/Split. Lungo il tragitto incontrerete l’uscita per Bosilijevo (non confondetela con Bosilijevo2) che dista 18 Km dall'uscita di Vrbosko.  Attenzione! quindi alle indicazioni, la deviazione che a Voi interessa e che dovrete imboccare è contrassegnata con Bosiljievo2/Ogulin/Senj/Split.  Quindi  mettetevi comodi   e   assaporatevi indicativamente 450 Km di Autostrada. Per  aiutarVi diciamo che lungo questo tratto incontrerete le uscite di: Ogulin          (Tunnel del MALA CAPELA) Mt. Tot. 5.821 Brijne Žuta Lokva
Otocac
Peruśiċ
Gospic
Sveti Rok       (Tunnel di SVETI ROK) Mt. Tot. 5.759
Maslenica
Possedarie
Zadar1
Zadar2
Bencovac
Pirovac ,
Sibenik
Split
Bisko
Blato
Sestanovac
Ravċa
Vrgorac
Ploce/Dubrovnik
L’autostrada prosegue diritta ancora con indicazioni Mostar/Sarajevo/Dogana dove la stessa al momento termina in località Bijaca e lungo la quale voi procederete. (12 settembre 2014)   Subito dopo il pedaggio giungerete alla frontiera, quindi terminate le procedure d’obbligo proseguite fino a giungere ad un incrocio a “T” a sinistra indicante (Mektrovic) mentre a destra (Ljubuski/Medugorje). Svoltate a dx e percorrete questo tratto stradale seguendo le attuali indicazioni (Medugorje).  Giusto per chiarezza incontrerete sul tragitto, di circa 8/10 km, due rotatorie, sempre provviste di indicazioni chiare.  Alla seconda rotatoria, noterete un grosso distributore carburanti sulla destra, di fronte a questo su una curva leggermente in salita c'è l'indicazione Medugorje (tirando diritto si arriva a Capljina.... ignoratela). Prossimo paesino sul vostro percorso (solo per conoscenza e orientamento) che incontrerete dopo la salita, si chiama (Crno) riconoscibile per la sua chiesa alla vostra sinistra. Percorrete quindi ancora 12 km, fino ad arrivare nella zona industriale di Medugorje. Fate attenzione, alla vostra destra noterete un’ampia area di servizio con autolavaggio e un centro commerciale (Konzum), imboccate la rotonda che trovate di fronte a voi,  svoltando alla prima uscita a destra direzione Medugorje, ulteriori uscite (solo per conoscenza) sono (la seconda è Ćitluk/Mostar la terza a sinistra per Ŝiroki Brijeg)  Proseguite come indicato sopra, sempre avanti, fino a raggiungere la stazione degli autobus e ufficio postale alla vostra sinistra in prossimità di un ponticello. Mantenete la destra e giungerete alla chiesa di Medugorje. Aggiornato e corretto il 12 settembre 2014. 

Piccola annotazione, l’autostrada dovrebbe proseguire nei prossimi mesi fino a Medugorie, ovviamente io non sono perennemente in Herzegovina, quindi se ci sono variazioni importanti da suggerire potete farlo scrivendo a medjugorie.blog@gmail.com.
Grazie Fratarlo.

DA MEDJUGORJE PER L’ITALIA

Prendiamo come riferimento di partenza la chiesa di Medjugorje, arrivate all’incrocio (Dove c’è il ponticello) da qui girate a sinistra lasciando alla vostra destra le poste e la stazione degli autobus. Proseguite per (1200 metri) superando l’incrocio di Čapljina Dubrovnik, e arriverete alla rotonda. Imboccatela, prendendo la terza uscita direzione (Ljubuski) che ovviamente trovate alla vostra destra (ricordo per comodità e promemoria, che la prima indica Ćitluk/Mostar la seconda Ŝirokj Brijeg lasciate alla vostra sinistra Il centro commerciale (Konzum) oltre al distributore con lavaggio e proseguite per circa (12 km) fino allo stop dove troverete il grande distributore di fronte a voi. Girate a destra e dopo circa (800 mt) arriverete ad una rotonda, dove impegnandola, prenderete la terza uscita sempre sulla vostra destra. Anche qui per comodità di promemoria ricordo che la prima indica Grude la seconda indica Ljubuski mentre la terza (quindi la vostra) indica Makarska/Vrgorac con segnaletica (Autoceste in verde)che indica autostrada. Proseguite  fino  al primo  semaforo  e  dunque  girate  a  sinistra  per  il  confine, attenzione probabilmente dovrebbe essere già indicato il nome (Bijaca) e (Autoceste/Autostrada) sempre con indicazioni in verde per le autostrade. Giunti in prossimità del casello autostradale, dovrete assolvere alle solite formalità di rito alla Frontiera, le quali una volta terminate, vi daranno accesso in autostrada, proseguite dunque per Split/Zagreb (Spalato/Zagabria) fino all’incrocio di Basilievo2. Da qui Imboccate l'autostrada direzione Split/Zagreb e seguite tutte  le indicazioni per Zagreb fino a Bosiljevo2 osservando le indicazioni per Rijeka (Fiume) quindi procedete per Trst (Trieste) Italia.
A Rupa prendere a destra per Rupa/Trieste, superare la Frontiera che separa a Croazia dalla Slovenia e proseguire fino alla vecchia frontiera di Pesek in Italia (ora non più in uso). Passare  il  paese  di Basovizza  e arrivati  all'incroco  chiamato  "svincolo  H"  per  la  sua conformazione, prendere a destra e subito a sinistra in direzione autostrade per Venezia. Poco  più  di  (1  km)  siete  sulla  tangenziale  di  Trieste  e  dopo circa  (20  km)  all'imbocco dell'autostrada Trieste/Venezia al casello di Monfalcone. Quindi buon rientro a casa siete in Italia. 

DEVIAZIONI PER BORA IN ANDATA E RITORNO

E’ possibile che nel periodo da autunno a primavera, possa verificarsi il fenomeno del vento di Bora (in croato chiamato Bura). Nel caso succedesse è possibile che alcune strade vengano letteralmente chiuse. Questo può succedere nei pressi di Rijeka (Fiume) e sull’autostrada nei pressi di Maslenica fino a Zara. Nel primo caso, poco prima dell’entrata in autostrada, subito dopo Rijeka e Cavle è possibile che la polizia faccia uscire il traffico dalla superstrada per dirottarlo sulla vecchia strada statale in direzione Zagreb (Zagabria). L’autostrada si può riprendere alla prima stazione che si trova agibile (le deviazioni sono segnalate con la scritta (Obilazak). Nel secondo caso è possibile trovare l’interruzione all’uscita  di Sveti Rok. In  questo caso  usciti  dall’autostrada,  terminata  la  pista  di immissione e arrivati sulla vecchia statale, si gira a sinistra in direzione Gracac. Superato l’incrocio con Lovinac proseguire diritto fino a raggiungere dopo circa (15 Km) a Gracac. All’inizio di questa città al bivio tenere la destra, percorrere circa (3 Km) e si arriva ad uno stop. Da questo punto ci sono due possibilità:

1.  Prendere a destra per Zadar e proseguire in direzione di Obrovac/Zadar e arrivati nei pressi di Obrovac si trova un crocevia con a destra indicato Zadar; girare quindi a destra e proseguire fino a trovare il nuovo imbocco dell’autostrada; riprendere l’autostrada o a Maslenica oppure alla stazione successiva in direzione sud di Paklenica nei pressi di Zadar

2.  Nella seconda possibilità a Gracac prendere a sinistra e dopo (2 Km). girare a destra direzione Knin. Dall’incrocio percorrere circa (50-55 Km) e arrivati a Knin seguire le indicazioni Split; seguire queste indicazioni superando i paesi di Kijevo, Vrljika fino ad arrivare alla cittadina di Sinj. Attraversare tutto il paese ed all’uscita al bivio che indica a destra Split e a sinistra Livno, Trilj, Tomislavgrad, Kamensko prendere a sinistra e dopo (10 Km) si giunge a Trilj dove dopo aver superato il ponte sul fiume Cetina si gira a destra direzione Imotski/Mostar.     Percorsi   circa (10 Km) si arriva all’imbocco dell’autostrada sulla destra per la stazione di Bisko; qui entrati in autostrada tenere direzione   per   Dubrovnik,   fare tutta   l’autostrada   fino   alla   direzione   di uscita di Ravca/Vrgorac.   Da qui seguire le indicazioni come sul percorso originale.

Durante il ritorno in Italia è possibile che a causa della Bora (Bura) l’autostrada venga chiusa subito dopo l’uscita di Zadar alla stazione di Paklenica o Maslenica; può succedere quindi che venga chiusa e fatti deviare sulla statale. Sulla statale percorso qualche KM. ci sono due possibilità: la migliore e la più sicura è in direzione Obrovac. L’altra possibilità è in direzione Rijeka. Quest’ultima può dare però
difficoltà di viaggio poiché sulla costa la Bora è molto più forte e in questo caso chiudono anche la strada costiera. Prendere quindi in direzione Obrovac, senza però arrivare alla cittadina vera e propria, facendo attenzione poiché le indicazioni sono poche, trovate lungo il  percorso cartelli con scritto Obilazak (che significa Deviazione), le stesse portano a Gracac dove si trova sulla sinistra la deviazione per  Gospic.  Prendere  questa  strada,  percorrere circa  (18  Km)  di  percorso montano e dopo l’incrocio di Lovinac/Sveti Rok a (3 Km), si trova la pista di immissione in autostrada della stazione appunto di Sveti Rok. Imboccare  l’autostrada  e  prendere  in  direzione Zagreb,  da  qui  il  tragitto  riprende  come  nel percorso originale. Quindi buon rientro a casa.

 

DA SPALATO A MEDJUGORJE IN AUTOMOBILE
Il presente Tragitto è un po’ datato, infatti il sottoscritto non segue questo percorso da un po’ di tempo. Pertanto se qualcuno dei lettori ha notizie più aggiornate, può comunicarmele e dopo valutazione saranno rese pubbliche.

Sbarcati nel porto di Spalato dopo una notte di viaggio in traghetto, o per i più fortunati solo 4 ore con il servizio veloce ma molto più costoso, si può optare per due soluzioni. La prima, supponendo che il viaggio sia iniziato da Ancona o altro imbarco del Centro Sud Italia, senza auto propria quindi a piedi e usufruendo dei mezzi pubblici locali, la seconda con sbarco dal traghetto con la propria vettura. Prendiamo in esame la prima: 

Sbarcati al porto di Split/Spalato la prima cosa da fare è una bella colazione, vi consiglio il Krafne tipo di bombolone a scelta con cioccolata o miele raramente con crema, lo potete trovare al bar del porto che si trova proprio di fronte a voi dopo lo sbarco dal Traghetto quindi una volta ristorati, sempre nelle immediate adiacenze  trovate  l’autostazione degli Autobus  o  Pullman  (Autobusni/Kolodvor), da  qui  diverse  corse giornaliere per  Medjugorie. Potete consultare prima della partenza gli orari dei Bus a questo indirizzo http://www.medjugorje-properties.com/Ita/TravServ.htm troverete corse di andata e ritorno.

La seconda e forse la migliore, almeno per me, è la seguente: 

Sbarcati dal traghetto con la vostra auto, una volta ripristinata la glicemia con una bella colazione, dovrete dirigervi verso la strada con indicazione Autostrada A1, in croato potete trovare cartelli con scritto “ Autocista o Autoput “ la direzione da prendere e verso Solin quindi a seguire troverete Klis e in ultimo Dugopolje. Fare attenzione non bisogna mai uscire dal percorso, quindi le indicazioni dei paesi sono solo a titolo esplicativo, si deve proseguire sempre diritto senza mai uscire dal tragitto, fino all’imbocco dell’Autostrada A1. Da qui ovviamente le indicazioni saranno necessarie solo a chi proseguirà in auto. Una volta entrati in Autostrada prendere direzione Dubrovnik e quindi proseguire in autostrada fino all’ultimo casello disponibile (vedi tragitto originale) pubblicato sopra.

L’autostrada prosegue diritta ancora con indicazioni Mostar/Sarajevo/Dogana dove la stessa al momento termina in località Bijaca e lungo la quale voi procederete. (12 settembre 2014)   Subito dopo il pedaggio giungerete alla frontiera, quindi terminate le procedure d’obbligo proseguite fino a giungere ad un incrocio a “T” a sinistra indicante (Mektrovic) mentre a destra (Ljubuski/Medugorje). Svoltate a dx e percorrete questo tratto stradale seguendo le attuali indicazioni (Medugorje).  Giusto per chiarezza incontrerete sul tragitto, di circa 8/10 km, due rotatorie, sempre provviste di indicazioni chiare.  Alla seconda rotatoria, noterete un grosso distributore carburanti sulla destra, di fronte a questo su una curva leggermente in salita c'è l'indicazione Medugorje (tirando diritto si arriva a Capljina.... ignoratela). Prossimo paesino sul vostro percorso (solo per conoscenza e orientamento) che incontrerete dopo la salita, si chiama (Crno) riconoscibile per la sua chiesa alla vostra sinistra. Percorrete quindi ancora 12 km, fino ad arrivare nella zona industriale di Medugorje. Fate attenzione, alla vostra destra noterete un’ampia area di servizio con autolavaggio e un centro commerciale (Konzum), imboccate la rotonda che trovate di fronte a voi,  svoltando alla prima uscita a destra direzione Medugorje, ulteriori uscite (solo per conoscenza) sono (la seconda è Ćitluk/Mostar la terza a sinistra per Ŝiroki Brijeg)  Proseguite come indicato sopra, sempre avanti, fino a raggiungere la stazione degli autobus e ufficio postale alla vostra sinistra in prossimità di un ponticello. Mantenete la destra e giungerete alla chiesa di Medugorje.

Cordiali saluti Fratarlo

Rate this article: 
No votes yet