Lo scopo ultimo dell’anima

Walter's picture

Con il passare delle incarnazioni, lo scopo ultimo di ogni anima è di diventare un Maestro? Essendo l’evoluzione un processo infinito, che cosa diventa l’anima una volta compiuto il suo percorso come Maestro? Diventa un Dio Creatore che una volta terminato il suo percorso torna a fondersi con la Sorgente da cui ha avuto origine? E poi cosa avviene?

«La vostra idea di Maestro è ancora un po’ astratta.

L’anima deve percorrere un’enorme cammino di evoluzione. Quando il suo pellegrinaggio nel mondo di terza dimensione giunge al termine, l’anima può avere accesso a quello che chiamate “Maestro” o “grande iniziato”. Pertanto il suo viaggio di evoluzione prosegue su altre sfere, su altri mondi, ma è ancora molto lontana dal divenire un Dio Creatore.

Quando poi l’anima ha praticamente concluso tutti i suoi viaggi nella materia più o meno densa, allora ha accesso alla creazione in qualità di Dio Creatore, ma il cammino è lungo.

Tutto ciò che imparate nella scuola della Terra per diventare Maestro, in principio vi permetterà di diventare “insegnante” su delle dimensioni che sono quelle dei Maestri e degli iniziati. Quindi salendo verso le dimensioni superiori diventerete insegnanti, poi Esseri di Luce, in seguito farete parte delle Gerarchie Superiori e infine degli Semidei o Dei Creatori.

Avete spesso inserito queste Gerarchie Divine nelle vostre mitologie dando loro parecchi nomi; le avete chiamate Dio dell’acqua, Dio del mare, Dio del vento, Dio della terra, eccetera. Ogni popolo ha dato dei nomi agli Semidei, alle Gerarchie.

Come facevano questi popoli a conoscere le Gerarchie? In diversi modi: alcune persone incarnate su questo mondo, che spesso facevano parte delle caste sacerdotali di altissimo livello, avevano la capacità di fare dei viaggi astrali e di ottenere delle informazioni molto importanti tramite le Gerarchie di Luce o tramite gli Semidei; hanno portato su questo mondo un intero insegnamento e a volte hanno creato delle religioni.

Le religioni sono state create anche in altri modi, attraverso esseri appartenenti ai piani superiori che sono venuti momentaneamente su questo mondo per far progredire e per far evolvere le persone verso una nuova coscienza.

Purtroppo nel mondo attuale avete dimenticato le Gerarchie, avete dimenticato gli Semidei e gli Dei, avete dimenticato tutte le Gerarchie Creatrici a favore di religioni che vi hanno spesso condotto su strade chiuse che non sboccano a niente.

Voi avreste potuto rimanere in contatto con le Gerarchie Superiori, con gli Semidei e con gli Dei che sono molto coinvolti nelle faccende dei mondi, così come lo sono in questo e come lo sono nel vostro sistema solare, nella vostra galassia e nel vostro universo, in ognuno a seconda di come si presenta.

Perciò prima che le anime che hanno raggiunto la padronanza, che hanno imparato tutto quello che avevano da imparare nella terza dimensione, possano raggiungere lo stadio degli Esseri di Luce (sebbene questo stadio, come il nostro, sia uno stadio relativamente accessibile e facile da raggiungere), prima che possano raggiungere lo stadio degli Dei Creatori, bisogna che superino molte tappe evolutive.

Questo avviene automaticamente e molto più facilmente di quanto non crediate. In effetti voi avete una consapevolezza estremamente limitata della vita, di quello che siete e delle vostre capacità. Tutto questo è stato voluto dall’anima, dagli esseri che vi accompagnano, dalle vostre guide, in modo da poter sperimentare tutto quello che dovete sperimentare nella materia.

Forse voi siete stati dei Maestri in un’altra incarnazione, forse avete acquisito enormi conoscenze, ma dovevate semplicemente vivere questo ciclo finale, probabilmente per essere proiettati molto più in alto su un’altra dimensione di esistenza.

Voi non sapete chi siete perché la vostra coscienza è stata occultata in merito a ciò che siete stati e in merito a ciò che avete sperimentato. Se il Creatore o gli Dei Creatori non avessero avuto la saggezza di celare ciò che eravate prima di questa incarnazione, non avreste potuto vivere le esperienze della vostra attuale vita, avreste sempre vissuto nel rimpianto o nella sofferenza, avreste sempre vissuto nel passato e non nel presente. Probabilmente vi sareste proiettati nel futuro, perché non vi sareste più sentiti adatti né al vostro presente né al vostro passato, sia che fosse stato positivo o negativo, perché forse siete stati qualcuno di molto importante e meraviglioso oppure tutto il contrario!

Non dovete scordare di essere stati sia dei carnefici che delle vittime, e che tutto ciò che siete stati ha arricchito enormemente la vostra anima. Quando l’anima verrà ancora e ancora arricchita da altre esperienze, si esprimerà attraverso degli esseri che fanno parte delle Gerarchie di Luce, degli Semidei o degli Dei Creatori.

Il cammino da percorrere è ancora lungo prima di poter raggiungere quello stadio.»

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al nostro sito http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome di Monique Mathieu.
 
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.

Rate this article: 
No votes yet